Facebook aiuterà i giornali ad incrementare la vendita di abbonamenti digitali

Facebook aiuterà i giornali ad incrementare la vendita di abbonamenti digitali

Facebook vuole aiutare il mondo dell’editoria. Dopo anni di contrasti e discussioni tra le parti, Mark Zuckerberg ha annunciato a chiare lettere che utilizzera il suo social network per aiutare gli editori ad incrementare il numero di abbonamenti digitali. L’annuncio è arrivato su Facebook, attraverso un post del fondatore in cui si parla della “responsabilità di Facebook di creare una comunità informata” e del fatto che il suo social network “non può farlo senza giornalisti”.

L’iniziativa, quindi, è collegata anche al fenomeno delle fake news, cioè all’utilizzo di Facebook, da parte di diversi blogger, per diffondere notizie false e tendenziose, e alla lotta per contrastarlo.

Come sarà attuata, nella pratica, questa nuova strategia? Facebook consentirà agli utenti di abbonarsi ai quotidiani. Il modello sarà quello che alcune testate già utilizzano online: lettura gratuita di un piccolo numero di articoli al mese, superati i quali occorre abbonarsi se si vuol continuare a leggere nuovi articoli.

“Se le persone si abboneranno dopo aver visto le notizie su Facebook – scrive Mark Zuckerberg – il denaro andrà direttamente agli editori che lavorano duro per scoprire la verità”. Il social, quindi, non prenderà alcuna percentuale.

La collaborazione tra Facebook e le testate giornalistiche è iniziata nel maggio 2015, quando su facebook sono comparsi gli Instant Articles. Questa funzione consente di leggere all’interno del social gli articoli, che sono multimediali, interattivi e si caricano 10 volte più velocemente rispetto alle pagine dei siti di informazione.

La notizia è ottima per tutti quelli che operano nel settore dell’editoria e che, grazie a Facebook, avranno delle chance in più per incrementare il numero degli abbonamenti venduti.

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>